Come responsabilizzare un papà!

Mi sono sentita chiedere tante volte da altre mamme, come io sia riuscita a far diventare il mio compagno un “papà autonomo ” (chiamiamolo così).

Le cose stanno in questo modo: lavorando in un bar e facendo per quasi tutto il fine settimana l’orario serale,il mio compagno si è trovato costretto a dover prendere il mio posto in tanti compiti tipicamente da mamma.

Sentendo quello che mi raccontano queste donne,mi sono resa conto di essere molto fortunata perché il mio futuro marito ,nonostante si sia trovato costretto ad assolvere certe mansioni ,ha comunque avuto voglia di imparare.

Posso affermare con certezza che questo è stato un bene per la nostra famiglia (soprattutto per me!): ora ho un compagno che è in grado di accudire i suoi figli.

E non sempre questo è così scontato!

Ho sentito di papà che non cambiano i pannolini e non danno nemmeno il biberon ai loro pargoli. Io ero allucinata,ma per tanti questa è la normalità!

Da un lato ,penso che da sempre,viviamo in una società dove i ruoli dell’uomo e della donna sono ben divisi. A noi femmine viene insegnato fin da piccole il ruolo di mamma: noi giocavamo con le bambole,loro con le macchine.

Dall’altro lato,penso che sia anche un po’ (ma solo un po’) colpa di noi mamme: partiamo quasi sempre dal presupposto che i nostri compagni non siano in grado di fare una determinata cosa e quindi preferiamo farcela da sole.

Credo che questo sia molto sbagliato. Dovremmo metterci un po’ da parte e lasciarli,almeno provare,a fare i papà.

I figli si fanno in due ed è giusto che se ne occupino entrambi i genitori!

Certo, magari la pappa non sarà proprio come la fate voi di solito,ma sarà comunque mangiabile!

Questo è quello che ho messo in pratica io: faccio vedere al mio lui come fare le cose e poi lo lascio fare. Posso affermare che ora è in grado di cambiare,lavare (e dare il balsamo ai boccoli della piccolina) e fare da mangiare ai suoi figli.

Quindi il consiglio che vi posso dare io è questo: fatevi da parte quel che basta a loro per imparare a darvi una mano e avrete così un papà a 360 gradi.

Annunci

3 pensieri su “Come responsabilizzare un papà!

  1. littlemonkeymama ha detto:

    Sono d’accordo con te, i figli si fanno in due ed è giusto che entrambi se ne occupino. Ho sentito storie di mamme i cui mariti non le aiutano davvero mai. Mio marito si è occupato della scimmietta fin da subito, appena partorito io ero terrorizzata di poterle fare male e lui se ne è occupato fino a quando a mezzanotte non l’hanno cacciato via dall’ospedale. Se ne occupa sempre, le prepara da mangiare, le fa il bagnato, la mette a nanna o almeno ci prova. Non so come farei senza di lui e non so nemmeno dove abbia imparato a fare il mammo 🙂

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...